Come si crea una fotometria

La fotometria

Fotometria di una lampada in 2D e 3D (solido fotometrico).

Figura 1. Fotometria di una lampada in 2D a sinistra e 3D a destra. L’immagine o la riproduzione al computer della fotometria in 3D si chiama anche solido fotometrico.

Qualsiasi progetto che preveda l’utilizzo di lampade, o sorgenti luminose in generale, necessita delle fotometrie delle sorgenti, sia esso per illuminazione generale o per applicazioni più specifiche. La fotometria è l’insieme delle informazioni sulla luce emessa nelle varie direzioni dalla sorgente o apparecchio luminoso, solitamente raccolti in un file e visualizzati come immagine in due o tre dimensioni (Figura 1). Il file fotometrico, viene utilizzato in programmi illuminotecnici come DIALUX o Litestar per simulare l’illuminazione di un ambiente (Figura 2) o in programmi di ottica per creare e studiare nuovi apparecchi per varie applicazioni.  Continua a leggere

Sicurezza fotobiologica delle lampade: normativa EN 62471

radiazione occhi e pelleLa radiazione luminosa può causare danni alla pelle ed agli occhi, come visto nell’articolo sulla pericolosità dei LED (link all’articolo). Non solo la luce dei LED ma qualsiasi fonte luminosa può causare danni. La normativa italiana ed europea obbliga il produttore ad eseguire dei test di Continua a leggere

Unità fotometriche: lumen, candele, lux.

Con la comparsa nel mercato di lampade e lampadine a LED sono diventati comuni anche i termini di lumen, candele e lux. Unità di misura fotometriche molto importanti ma sulle quali è facile fare confusione. Questo articolo vuole spiegare in temini semplici il significato di fotometria, lumen, candele e lux.  Continua a leggere

Previsioni sulla produzione LED: rapporto di settembre 2013

led-manufacturerIn un recente rapporto del DOE (U.S. Department Of Energy) si è concluso che nel 2012 negli stati uniti si sono risparmiati grazie all’illuminazione Led ben 71 trilioni di BTU(British Thermal Unit) di energia primaria corrispondenti a 675 milioni di $ risparmiati. Si tratta di una penetrazione del mercato ancora modesta, se prendiamo ad esempio Continua a leggere

Determinare la Temperatura di Giunzione di un LED

R termica rebelGli effetti della temperatura sui LED

I LED sono attualmente la sorgente di luce con la maggiore durata, superando in alcuni casi le 50000 ore di utilizzo (vedi articolo sulla durata di un LED). Tuttavia presentano una graduale riduzione del flusso luminoso durante il loro funzionamento. L’aumento della corrente ai capi del LED o della temperatura di giunzione influenza negativamente l’efficienza luminosa ed accelera il degrado del flusso luminoso (Figura 1). E’ importante quindi avere una corretta gestione del calore. Ma se la corrente e la tensione sono determinabili facilmente, la temperatura di giunzione non può essere misurata direttamente, occorre calcolarla. Questo articolo spiega un metodo analitico per stimarla.  Continua a leggere

Colorimetria: Il diagramma CIE e la temperatura di colore

diagramma cieLa visione cromatica

Il colore è una caratteristica soggettiva, la visione cromatica è affidata all’assorbimento della luce da parte dei tre tipi di pigmento dei coni, il rosso (R), il verde (G, “green”) e il blu (B).

I tre tipi di coni hanno una diversa risposta allo stimolo luminoso, come si vede in figura 1, proporzionale all’intensità della luce che lo colpisce solo entro certi limiti: Continua a leggere

Lenti e riflettori

ottiche LED

Difficilmente una sorgente luminosa emette nella maniera desiderata,  e per questo motivo vengono utilizzate lenti e riflettori per indirizzare la luce, concentrarla o diffonderla.  Continua a leggere

Una nuova classe di LED: i Mid-Power LED. Alta efficienza a basso costo.

Figura 1. Mid-power LED. Seoul 5630 e Cree XH-G.

I primi LED in commercio sono stati i low-power, inizialmente utilizzati come spie di segnalazione nei circuiti elettronici, dai televisori fino ai computer, poi sono stati impiegati per realizzare le prime lampadine (figura 1), la categoria racchiude anche i nuovi LED a bassa potenza (figura 2). Il loro flusso è di poche decine di lumen, basso flusso e bassa efficienza.  Continua a leggere

Attenzione ai LED multichip!

Confronto faro a multi o singolo chips

Faro con LED multichip (sinistra) e faro con LED singoli (destra).

I LED multichip sono molto utilizzati nell’illuminazione grazie alla loro potenza, semplicità di progettazione ed al prezzo contenuto, ma sono anche LED che generano molto calore in una piccola area e se non viene smaltito correttamente porta a una drastica riduzione di luminosità e durata della lampada e dissipare quel calore non è facile.  Continua a leggere

La luce dei LED è dannosa? Parte 2

led_bluNella prima parte dell’articolo abbiamo visto i pericoli della radiazione ottica, vediamo ora la normativa sul rischio fotobiologico, come si è evoluta, su cosa si basano le misurazioni del rischio e come vengono classificate le lampade e sorgenti luminose.  Continua a leggere